AREA RISERVATA
Utente
Password
 
 
Ti sei dimenticato la password? CLICCA QUI!
0
SEZIONE DI BRESCIA

Sezione Brescia Spaziatore CONTATTI

Sede:
Via Monte Grappa, 3/C – 25128 BRESCIA
Telefono:
+39.030.307.919
Fax: +39.030.307.919
e-mail: brescia@unms.it

ORARI DI APERTURA
Lunedi - Martedì
dalle 09:00 alle 12:00
Giovedi
dalle 15:00 alle 18:30
Comunicazioni e Novità della sezione

ORGANIGRAMMA

COMITATO PROVINCIALE UNMS BRESCIA

PRESIDENTE

Arrigo Varano

VICE PRESIDENTE
Imperia Almici

SEGRETARIO
Giovanni Lai

CONSIGLIERI
Domenico Petti
Giuseppe Cariola
Luigi Remondi
Guglielmo Serina 
                                                                                         


COLLEGIO DEI SINDACI

PRESIDENTE

Marco Ragni

SINDACI EFF.VI
Pasquale Maestoso
Giuseppe Moraglia



0

CENNI STORICI
Nell’anno 1937 ad un Tenente di Artiglieria, Andrea GASPARI, che stava tenendo una lezione di armi ad alcuni soldati, scoppiò tra le mani una bomba a mano che gli distrusse completamente gli arti. Entrambe le mani e gli avambracci saltarono con l’ordigno e l’Ufficiale rimase orribilmente mutilato. Da allora e per tramite di questo emerito Signore si iniziò una lunga battaglia fatta di iniziative, richieste , manifestazioni, reclami, ricorsi e quant’altro.

Da un documento autografo del Tenente A. Mainetti dell’epoca riportiamo letteralmente: “”…..da parte del Tenente a riposo GASPARI Andrea Alfredo nel Novembre 1937 vennero iniziate pratiche per la formazione di una “”Associazione fra Mutilati e Invalidi per causa di servizio militare e NON di guerra”” in contrasto con l’allora Mutilato di guerra Carlo DELCROIX che non vedeva la necessità della creazione della nostra Associazione, fu la Sezione dei minorati di guerra di Brescia, i cui Dirigenti ci accolsero sempre cordialmente, che ci furono di grande aiuto….””” E’ giusto che il Mutilato per servizio militare abbia una tessera che lo distingua, un distintivo, una bandiera….”” Ed ancora il 18 Febbraio 1939 viene inoltrata un’istanza al Ministero della Guerra tendente ad ottenere l’autorizzazione all’Associazione. Il 3 Marzo, i senatori BONARDI Carlo e l’allora Segretario alla Guerra Generale PARIANI si interessarono alla richiesta.

Il 29 Marzo il Consigliere nazionale dei Combattenti riferisce che l’istanza del Consiglio dei Ministri è stata trasmessa per competenza al Ministero degli Interni che il 30 Maggio 1939, sempre tramite il Senatore bresciano BONARDI si esprime affermando che :”” non si ravvisa l’opportunità di questa nuova Associazione””. Comunque è accertato che la Sua attività, il Tenente Andrea GASPARI, la iniziò nel 1937 a Brescia; questo è un dato inconfutabile ed i riferimenti e ricordi storici lo provano. Operazioni, interventi, richieste etc. per far conoscere l’attività dell’Unione naturalmente sono continuate con caparbia pressione e finalmente proprio nel Marzo 1945 dopo un’ennesima forzatura, è stata costituita la nostra Unione in Roma con atto notarile dell’Avv. Francesco Antonelli e con la denominazione di “”Associazione Nazionale Pensionati Militari per Invalidità e Mutilazione riportata in servizio o per causa di esso””. Titolo poi cambiato in Unione Nazionale Mutilati per Servizio.

SEDE E SCOPI ASSOCIATIVI: Pertanto oggi abbiamo una Sede nazionale in Roma – Via Savoia, 84 – e Gruppi regionali e sedi provinciali in ogni capoluogo e Sottosezioni in varie città. E’ la nostra Unione, un Ente Morale (Decreto C. d. S. n.650 del 24/6/1947 e Legge 337/1953) che raggruppa in Associazione tutti coloro che, alle dipendenze dello Stato e degli Enti locali, territoriali ed Istituzionali, hanno riportato mutilazioni ed infermità in servizio.
Carabinieri, Agenti della Polizia di Stato, Guardie di Finanza, Agenti della Polizia Penitenziaria, Guardie Forestali, Vigili urbani, Magistrati e tutti i dipendenti della Pubblica Amministrazione che nell’adempimento del proprio dovere contraggono mutilazioni o invalidità. Fanno parte ancora dell’Unione le vedove, gli orfani, i genitori e le sorelle nubili dei caduti in servizio ed i familiari di deceduti per l’aggravarsi delle infermità, pensionati che abbiano avuto i requisiti per il conseguimento della pensione diretta o di reversibilità.

Inoltre sono Soci benemeriti coloro che hanno acquisito reali meriti a favore dell’Unione riconosciuti dal Consiglio Nazionale. Sono Soci simpatizzanti coloro che hanno dimostrato interesse per i problemi della categoria condividendone attività ed iniziative, e sono ammessi dai Comitati Provinciali. La Sezione è collocata in zona quasi centrale in città, Via Monte Grappa, 3/C, locali acquistati per caparbio e principale interessamento del Presidente Cav. di Gran Croce Arrigo VARANO e con l’annuale collaborazione delle donazioni volontarie dei Soci.

È stato eretto un piccolo ma molto significativo monumento dedicato al Mutilato e Invalido per Servizio, rappresentato in pregiato ferro battuto (opera dello scultore Vittorio PIOTTI) da due aquile dalle orbite vuote e con le ali spezzate, in procinto di librarsi in volo, nei giardini di Viale Vittorio Veneto.

Arrigo Varano - Presidente Provinciale Brescia